Alpi Apuane: alla scoperta della Garfagnana

Dal 30 Aprile al 5 Maggio, 2024

La scoperta di un territorio integro, ricco dal punto di vista naturale e dal punto di vista storico.
Stiamo parlando di una porzione del Parco delle Apuane racchiusa tra le Valli della Turrite Cava e della Turrite di Gallicano, i Comuni di Fabbriche di Vallico, Vergemoli, Gallicano e parte del comune di Stazzema. E’ un’area di appena 16 km, dove la Garfagnana è restata, infatti, nel tempo autentica, senza gli squarci delle cave di marmo e senza il continuo sferragliare delle pale meccaniche e il cupo boato dele mine. Si mostra come un territorio quasi isolato dal resto della Toscana, riuscendo ad evocare immagini di un territorio naturale splendido ed interessante: è uno scrigno di bellezza incastonato tra le Alpi Apuane e gli Appennini ed è solcato dal fiume Serchio.

Attrattive naturalistiche sono il gigantesco arco naturale del Monte Forato, la colossale parte ovest del Mone Nona, i torrioni del Monte Procinto ed il massiccio della Pania, detta la “Regina delle Apuane”  con le sue magnifiche vette rocciose, i panorami immensi e le misteriose zone d’assorbimento carsico dall’aspetto lunare. Cime sulle quali, arrivati percorrendo i verdi sentieri, i nostri sforzi saranno ampiamente ripagati dai panorami ed dalle emozioni che vivremo insieme, come affacciarsi sotto l’arco del Monte Forato e ammirare i paesi e gli altri monti a cornice. Ci sembrerà di entrare in un quadro di Leonardo da Vinci e della sua Toscana.

Nelle immediate vicinanze, altre attrattive quali la Grotta del Vento, con una passerella sospesa su anfratti dai nomi emozionanti – Baratro dei Giganti, Salone dell’Infinito – che evocano immagini tutte da provare; oppure, l’Eremo di Calomini, un santuario grotta, costruito a strapiombo sulla vallata della Turrite, dove la storia narra di un’immagine sacra che riappariva solo lì.

Vi condurremo a esplorare un paesaggio magico per gli escursionisti. Dalle vette si potranno ammirare il mare con tutta la costa dall’Elba al golfo di La Spezia, le isole dell’alta Toscana e della Corsica. Sul versante interno saranno ben visibili l’Appennino Tosco Emiliano e la vallata della Garfagnana. Nella zona sono presenti mufloni, daini e caprioli che potrebbero fare capolino dal bosco. La zona è anche sorvolata dalla regina del cielo,  l’Aquila Reale.

Programma:

30 aprile: Arrivo in serata e sistemazione nelle camere dell’Agriturismo Antica Trattoria dell’Eremita; cena di benvenuto presso la trattoria con le specialità del territorio.
Cominceremo a conoscerci!

1 maggio – MONTE PROCINTO: “Lo scoglio ove ‘l Sospetto fa soggiorno / È da mar alto da seicento braccia, / di rovinose balze cinto intorno, / e da ogni canto di cader minaccia “ così Ludovico Ariosto (Cinque Canti) ci descrive questo monte, una dolomia calcarea a forma di panettone con guglie che spuntano intorno. Raggiungeremo la nostra meta in un percorso che attraversa boschi ombrosi. Al ritorno ci aspetterà una meritata cena, al chiaror della luna, affacciandoci dalla terrazza sulla valle. Pernottamento nell’agriturismo.

Tipo percorso:
EE (escursionista esperto)
Distanza = circa 13 km
Dislivello = circa 1090 m

2 maggio –   MONTE FORATO: saliremo fino sotto Pania della Croce per scrutare il Sentiero degli uomini della neve cercando di scrutare i monti alla ricerca dei camosci che saltellano di roccia in roccia.  Dopo un tratto in cresta,  arriveremo sotto il Monte Forato, dove rimarremo senza fiato ad ammirare questa particolare roccia modellata e scavata dalla natura. Un arco naturale che incornicia la vallata sottostante.
Cena e serata di chiacchiere e pernottamento nell’agriturismo.

Tipo percorso:
EE (escursionista esperto); richiesta assenza di vertigini
Distanza = circa 9 km
Dislivello = circa 800 m

3 maggio –   La mattina, dopo aver salutato i simpatici ed accoglienti gestori della locanda, andremo a visitare la GROTTA DEL VENTO con un percorso di circa 2 ore che ci farà ammirare i meandri scavati dai ruscellamenti delle acque carsiche, immense sale e laghi sotterranei. Nella prima parte, la più pianeggiante, si potrà ammirare un meraviglioso laghetto di cristalli, una grande abbondanza di concrezioni calcaree, come stalattiti, stalagmiti e colate quasi tutte vive, in fase di accrescimento. Si scende, quindi, verso il Baratro dei Giganti,  e si arriva nella Sala delle Voci, dove la particolare acustica crea effetti suggestivi. Ci sentiremo come i primi ragazzi del 1898 che incuriositi da misteriosi spifferi di vento, scavarono nel terreno e si calarono giù per esplorare. Nel pomeriggio saliremo al RIFUGIO ENRICO ROSSI, posizionato al centro del gruppo Le Panie, Pania della Croce, Pania Secca, Pizzo delle Saette. Qui ci accoglierà una deliziosa cena ed un accogliente ambiente per pernottare.

Tipo percorso:

Grotta del vento
E (escursionistica) – richiesta assenza di vertigini
Distanza = circa 1,5 km
Dislivello = circa 850 scalini

Rifugio Enrico Rossi
Tipo percorso: E (escursionistica)
Distanza = circa 2,5 km
Dislivello = circa 470 m

4 maggio –  MONTE PANIA DELLA CROCE: dal rifugio Rossi saliremo per uno spettacolare sentiero roccioso ad ammirare il panorama a 360° da Pania della Croce; da qui sarà possibile anche affacciarsi verso Pania Secca: la storia di queste montagne scorre indietro nei millenni ed è oggi visibile nelle aspre formazioni rocciose appartenenti al paleozoico, al mesozoico e al terziario. Ci sposteremo verso il RIFUGIO DEL FREO, adagiato in  un’ampia valle con sorgenti d’acqua, prati, boschi di faggio e di conifere. Proseguendo saliremo al MONTE CORCHIA, vetta dalla quale ci affacceremo su un bacino marmifero, unico per dimensioni e spessore, che rende celebri queste montagne in tutto il mondo. Ridiscenderemo al RIFUGIO DEL FREO dove ci rifocilleremo con una deliziosa cena, festeggeremo le giornate trascorse insieme e pernotteremo.

Tipo percorso:

EE (escursionista esperto); richiesta assenza di vertigini
Distanza = circa 13 km
Dislivello = circa 1080 m
Durata = circa 7 ore

5 maggio – dopo una ricca ed abbondante colazione, riprenderemo gli zaini e con un divertente sentiero in parte nel bosco in parte roccioso. torneremo alle nostre automobili, saluteremo i compagni di viaggio e le magiche Apuane che sicuramente ci resteranno nel cuore.

Tipo percorso:
E (escursionistica)
Distanza = circa 6 km
Dislivello = circa 300 m

 

 Alloggeremo:

3 notti nell’Agriturismo Antica Trattoria dell’Eremita, in camere doppie o triple
1 notte presso il rifugio Enrico Rossi, in camerata
1 notte presso il rifugio Del Freo, in camerata

L’evento è organizzato con la Direzione Tecnica dell’Agenzia Viaggi Quattro Vacanze.

 

Lucca

Ore 18:00

Ora e luogo dell’appuntamento:

A partire dalle ore 18.00 presso Agriturismo Antica Trattoria dell’Eremita, via Eremo di Calomini, 1, 55020 Lucca, LU

Condividi con:

Difficoltà percorsi E (Escursionistico)
Lunghezza percorsi  dai 6 ai 13 km
Dislivelli dai 470 ai 1090 mt

Quota di partecipazione: il costo è di 695 €,  comprensiva di 5 escursioni con due guide, tre pernottamenti in camere doppie o triple con colazione e cena in Agriturismo, 2 pernottamenti in camerata con colazione e cena nei due rifugi, polizza RC.  Non comprende la tassa di soggiorno, da pagare direttamente in loco, i pranzi al sacco, il biglietto di ingresso alla Grotta del Vento (18 €), il viaggio e tutto quello che non è espressamente contemplato nel costo.
In caso di intolleranze o allergie i partecipanti sono invitati a comunicarlo per tempo alle Guide.

Prenotazione ed acconto di 280 euro entro e non oltre il 10 marzo, saldo da corrispondere entro il 12 aprile.

Cosa Portare:

Per le escursioni: abbigliamento e scarpe da trekking alte alla caviglia, una giacca antipioggia/antivento, un pile, guanti, cappello, bastoncini da trekking, zaino, borracce per contenere almeno 1,5 litri d’acqua;

Per il pernotto: sacco a pelo o sacco lenzuolo (i rifugi sono dotati di coperte), pigiama, biancheria che si ritiene necessaria, kit essenziale per igiene personale, lampada frontale, power bank

L’escursione potrà subire modifiche, ad insindacabile giudizio della Guida, a causa di eventi che possano compromettere la sicurezza del gruppo o dei singoli partecipanti.

Sarete accompagnati da:

Giovanni

Angela Maria Calamari

Iscritto al Registro Nazionale AIGAE, Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche Tessera N° LA727, operante nel settore in base alla Legge 4/2013.

per info +393518289609

Giovanni

Ciro Santillo

Iscritto al Registro Nazionale AIGAE, Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche Tessera N° LA730, operante nel settore in base alla Legge 4/2013.

per info +393937038370

Prenota l’escursione:

    Con l'invio del presente modulo acconsento al trattamento dei dati che verranno utilizzati da Gotrekk al solo scopo di comunicazione tra le parti. Nessun dato verrà memorizzato in banca dati o diffuso in alcun modo a terzi, nel rispetto della normativa sulla privacy Regolamento UE 2016/679 in materia di Protezione dei Dati Personali (GDPR).
    Acconsento

    Condividi con:

    L'evento inizia tra:

    Giorno(s)

    :

    Ore(s)

    :

    Minuto(i)

    :

    Second(s)